Perchè porto il cuore in cammino

Mi chiamo Massimo Sainato, sto per compiere 50 anni, arrivo da una vita sedentaria, spesso mi sono portato dietro qualche chilo di troppo, una cattiva alimentazione, un lavoro ricco di stress, la giornata trascorsa per buona parte davanti a un computer. Come tanti di voi.

Non fumatore e senza altri evidenti fattori di rischio cardiaci, già nel 2004, a meno di 40 anni, ho avuto la parziale occlusione di una coronaria, curata tramite un'angioplastica e l’applicazione di uno stent. Come pochi di voi.

 Pur seguendo regolari controlli e sotto copertura di farmaci, ad ottobre 2012 sono stato colpito da infarto, con tanto di arresto cardiaco avvenuto all’interno del Pronto Soccorso di Pinerolo: un vero colpo di Fortuna, fosse capitato altrove probabilmente non sarei qui a scrivere!

Il cuore è ripartito e con esso la volontà di non vanificare questa rinascita.

Anche se non ci sono elementi scientifici certi che possano spiegare quanto mi è accaduto e anche se non è automatico avere un infarto a seguito di stili di vita scorretti (per fortuna!), grazie a Cuori in Cammino vorrei portare la mia testimonianza in mezzo alla gente per far capire che toccare ferro quando racconto le mie disavventure non è sufficiente a proteggere il cuore: la maggioranza di voi sottovaluta quanto la vita sedentaria e un'alimentazione senza regole possono in realtà incidere sullo stato del cuore e delle arterie, quindi se finora non lo hai fatto, è ora di darti una mossa!

Vieni a portare anche tu il cuore in cammino e comincia a seguire i consigli dei Cardiologi e dei Nutrizionisti: vivere secondo stili di vita corretti non è difficile come sembra, fa stare meglio e mai come in questo caso si può dire che prevenire è meglio che curare :-)

Massimo

P.S. Un ringraziamento di "cuore" ai Dott.ri Angelo Sante Bongo e Marco Sicuro per avere creduto nella bontà dell'idea e per essersi impegnati in prima persona nell'organizzazione. A tutti i loro colleghi cardiologi che hanno aderito, al personale ospedaliero e ai volontari coinvolti nella organizzazione di ogni singola tappa. All'Anpas che allestisce il Villaggio del Cuore. E a tutti i partner della manifestazione

 

LE TAPPE

IL VILLAGGIO DEL CUORE

Non riesci proprio a partecipare ad una delle nostre camminate?

Porta ugualmente il tuo Cuore in Cammino all'interno del Villaggio del Cuore nella tua città, punto di partenza e arrivo delle camminate!

Se riuscirai a percorrere un km. in meno di 10 minuti (media 6 km/h) sui Tapis Roulant di JOHNSON HEALTH TECH, parteciperai al RUNTASTIC CONTEST, con l'estrazione di un cardiofrequenzimetro RUNTASTIC HEART RATE COMBO messo in palio ad ogni tappa.

Inoltre ci saranno tanti altri premi che ti aspettano, oltre alla possibilità di valutare con i Cardiologi e il personale infermieristico i tuoi fattori di rischio cardiovascolari

Leggi il programma completo e cerca la data in cui Cuori In Cammino sarà dalle tue parti.

Se non ci vediamo è perchè NON ti vuoi bene :-)